sabato 28 aprile 2012

VEGAN DELICE AL COCCO ... e le merendine




Chi più chi meno, credo che tutti noi da piccoli abbiamo mangiato merendine confezionate ma personalmente non vivevo solo di quelle. Ho bellissimi ricordi di quando aspettavo che portassero a casa il pane fresco per sentirne il profumo e la croccantezza, del sapore un po’ acidulo della mela grattugiata con zucchero e limone …. ricordo anche che un giorno mangiai veramente “cavoli a merenda” e cribbio quanto erano buoni….

Ma ricordo anche le merendine, lo scoppiettio della plastica nell’aprirle comprimendole con le mani ma non troppo forte per non schiacciarle, la delusione di quando in cartella le trovavo sotto i libri frantumate o schiacciate alte come una sottiletta e ben ricordo che ad ogni merendina e ad ogni bambino corrispondeva un modo tutto personalizzato di mangiarla, la mia classifica in ordine sparso era la seguente:
* crostatine alla cioccolata (inizialmente mangiavo la cioccolata per prima, poi ho affinato la tecnica mangiando prima la crosta e lasciando il più buono alla fine)
* tegolini (per prima il zigzag di cioccolata che c’era sopra e poi "striscia per striscia" come una vera dipendenza)
* ringo alla vaniglia (separa, raschia la crema e mangia i biscotti…un mantra!)
* girella (non esistono altri modi di mangiarla se non …a girella)
 yo yo (forse la merendina più dolce al mondo O_O non avevo nessuna tecnica, credo )

Sarei curiosa di sentire le vostre tecniche mangerecce!

Una domenica come ante qualche settimana fa ho pensato di infornare una torta leggera per colazione, gli ingredienti disponibili in casa erano abbastanza limitati ma mi sono ricordata della TORTA ALL’ACQUA. Detto fatto in pochi minuti era già infornata, ma questa volta senza pera e non marmorizzata, semplicemente con un po’ di cacao nell’impasto.

Dopo qualche morso ho avuto un flash! E se l’avessi tagliata a metà e farcita con della crema….al cocco?!?!?!?!?!

Ed ecco che la volta dopo da me a merenda si mangiava la VEGAN DELICE AL COCCO!



INGREDIENTI:
* per la torta basta fare la leggerissima torta all’acqua senza frutta però

* 200 ml di latte di cocco
* 25 gr di amido di mais ben sciolto a freddo in50 gr di latte vegetale
* 30 gr di zucchero di canna
* 10 + 10 gr di cocco in scaglie

PREPARAZIONE:
Preparare la torta all’acqua e lasciarla raffreddare completamente per qualche ora, poi tagliarla a metà.
Per preparare la crema scaldate in un pentolino il latte di cocco nel quale scioglierete lo zucchero.
Aggiungete 10 gr di cocco in scaglie.
Versatevi l'amido di mais sciolto.
Tenete ben mescolato, se compaiono grumi vi bastano 3 secondi di di frullatore ad immersione.
Aggiungere altri 10 gr di cocco 8cos' da avere anche le scagliette alla fine).
Mescolare fino alla consistenza desiderata (ricordatevi che raffreddandosi si solidificherà un po').
Quando sarà completamente fredda potete spalmarla nel mezzo della torta e gustare le vostre Vegan Délice!

Enjoy it!

26 commenti:

  1. ci potevano scambiare per gemelle!
    tutte le tue tecniche erano anche le mie :)

    la tua ricetta è iper!!!!

    mitica sei!
    miticaaaaa!!!!

    RispondiElimina
  2. wow!!!!
    cercherò di provarla quanto prima ;)

    RispondiElimina
  3. All'elenco aggiungo la kinder brioss, non meno di due per merenda che finivi in tre morsi e la buonissima fiesta, con quell'aroma che chissà che era mangiata con lentezza!!!!
    Tutte da veganizzare, alleggerire e dedolcificare!!
    E questa tua prima versione di veg merendina mi piace assai ;)

    RispondiElimina
  4. Mamma mia Fra!
    Questa è un vero attentato!

    RispondiElimina
  5. forte la confezione delice....

    RispondiElimina
  6. Sono stupende!!!!! sicuramente buonissime, non ho mai mangiato la versione "originale" ma queste le assaggerei volentieri......... fantastiche!!!!!
    Sono più grande di te, le merendine in casa nostra sono arrivate quando ormai andavo alle superiori, la mia merenda scolastica è sempre stata: crackers (tutti sbriciolati :-() la merenda casalinga: pane-burro-zucchero.... oppure pane-marmellata il massimo era la nonna che mi faceva polenta e uova!!!!! o polenta fritta con lo zucchero, in poche parole erano super merende ricche di grassi animali :-(

    RispondiElimina
  7. @Luby: :)))) bimba golosa!!!

    @Ross: <3

    @Marta: grande idea!!! Veganizziamole tutte!! XD

    @Mareva: ;-))

    @Carole: ecco almeno qualcuno l'ha notata :D ahahaha grazie!

    @Feli: però dai almneo le tue erano casalinghe!!! ^_^

    RispondiElimina
  8. Aaaaaaaaaaargh, ma questo é un vero peccato di gola !

    Da fare, ricoprendole però alla fine anche con del cioccolato fondente fuso da far rapprendere, proprio come le originali: chissà che stra-goduria :-D !!!


    Baci,

    Ele.

    RispondiElimina
  9. @Elettra: non me lo direeeeeeeee....avevo tutto pronto x la glassa....ma ho iniziato a fare le foto senza (si vede che avevo il cervello ancora sul cuscino...e alla fine quando me ne son resa conto non avevo vogLia di rifare tutto. MANNAGGIA!!!

    RispondiElimina
  10. Mamma mia anch'io sono più vecchia di te ma qualcuna di queste merendine in versione schifezza l'ho assaggiata anche se non sono mai state la mia passione mentre invece credo che questa versione possa davvero entusiasmarmi visto quanto mi piace anche il cocco :-)
    Mi hai fatto ricordare le mie merende da bambina: pane di segale della valtellina secco con burro e zucchero (ero infatti in sovrappeso da bambina) e anche però la mela grattugiate con limone e zucchero :-) Grandiosa e complimenti per il fotomontaggio :-)

    RispondiElimina
  11. Sono davvero uno spettacolo!... anche senza glassa. Brava davvero!
    Se ripenso a come mangiavo le merendine non ricordo una tecnica particolare, ma mi piaceva un sacco la Fiesta.
    Ciao
    Franco

    RispondiElimina
  12. Fin da piccola ho sempre prediletto i dolci semplici e fatti in casa, per cui non ho particolari ricordi legati alle merendine... mi ricordo le frittelle dolci di zucchina di mia mamma, che non ho mai provato a riprodurre...
    Per me pane e pomodoro in estate e pane olio in inverno erano la merenda ideale! con qualche sgarro di nutella!
    W i dolci all'acqua!
    A vederla la tua direi che è proprio ingannagolosi!
    ;)

    RispondiElimina
  13. Non appena ho aperto il post ho esclamato: Ooooooohhhhhhhhh!!!
    Questo per dire, che meraviglia!
    E' golosissima ma leggera, sei una grande Cesca ;)

    Riguardo i miei ricordi, vedo che non l'hai citata, mi viene in mente il tegolino con sopra il soldino, mangiavo il tegolino con gusto e poi mi lasciavo il soldino al cioccolato alla fine per gustarlo con calma... :D
    Le girelle, un mito... Si mangiavano proprio a girella XD
    E le crostatine frantumate nello zaino, che delusione >_< , quando le mangiavi tutte sbriciolate perdevano di gusto XD
    Insomma quanti ricordi, seppur ancora non consapevoli!
    Grazie per questo piacevole tuffo nel passato che rievoco spesso con estremo piacere!!!

    RispondiElimina
  14. Bravissima!!!!Ha un aspetto favolodo!!!

    RispondiElimina
  15. ma che bellezza di merendina! le hai preparato anche la confezione, brava...sei pronta a lanciarle sul mercato, posso prenotarne un pacco scorta?!
    anche io avevo una tecnica per mangiare le merendine, mi ricordo la kinder brioss, che le toglievo i vari strati e man mano li mangiavo. Mi ricordo anche il saccottino, ma là non c'era un altro modo di mangiarlo: semplicemente a morsi!
    oppure il buondì, che dopo un po' ho schifato: prima mi mangiavo i granellini di zucchero bianco, poi quella specie di glassa ed infine quell'ammasso di impasto :)

    p.s.: quale altro latte vegetale hai usato per la crema? (non per essere pignola, solo leggermente morbosa, quello sì, concedimelo ^^)

    RispondiElimina
  16. E il soldino? con quella moneta di cioccolato in superficie? La staccavo coi denti e poi mangiavo il resto ^___^
    Le tue, però, mi sembrano molto più buone :-)

    RispondiElimina
  17. Tecnica per la crostatina identica alla tua :) per il dolce non ho nulla da dire se non che lo copio perchè è super mega mitico!

    RispondiElimina
  18. WOW! Tutto troppo: troppo buona, troppo laboriosa da fare (intendo la torta all'acqua), troppo golosa.
    Ma, se capiti da queste parti, portamene una dozzina.....

    RispondiElimina
  19. ciao! bello qui :)
    anche se non ci conosciamo credo che ti confesserò che, nonostante il mio sovrappeso che mi porto dietro e con cui lotto fin da piccola, non ho mai mangiato merendine tranne i tegolini che mi mangiavo senza nessuna tecnica e i ringo che invece dividevo a metà per leccare la crema e poi mangiare i biscotti da soli, essattamente come te!!
    beh, ora che ti ho fatto queste profonde confessioni posso dirti che queste "merendine home-made" me le mangerei con la tecnica dell'"infilainboccavelocechecosìnontivedenessunoenoningrassi"!

    scherzi a parte le trovo a dir poco geniali, complimenti le proverò per le mie belve!!

    RispondiElimina
  20. no vabbè... a quest'ora non posso vedere 'ste cose: svengo O__o

    complimentissimi!!!

    RispondiElimina
  21. Ti ho conosciuta oggi e ti trovo simpaticissima!! da provare questa ricetta!
    Io purtroppo a scuola non avevo molte merendine "gustose" ... per lo più torte o pizza di mia mamma ,frutta , crackers che odiavo e odio tutt'ora!!! di cui però andavo ghiotta delle bricioline salate che rimanevano a fine pacchetto .
    Nelle grandi occasioni mia mamma mi concedeva i plumcake della mulino bianco, ne ero talmente golosa che alla fine raschiavo con le dita e con la lingua tutta la carta su cui rimaneva anche solo una parvenza di plumcake ...la carta alla fine quasi spariva.

    RispondiElimina
  22. Mamma mia che meraviglia di torta!!!!! Complimenti vivissimi!!!!!

    RispondiElimina
  23. ho male agli addominali..... a forza di ridere leggendo le tue ricette: e ti avviso ke è difficile ke mi venga, dato ke tengo allenati i muscoli di quella zona :-D XD

    Ke belloooooooooo ank io voglio raccontare le mie tecniche mangiereccie...... ke adottavo da piccolina.... meglio nn parlare di quelle recenti xk sn scandalose :-D x fortuna mangio il 99% del cibo a caso, eccetto giorni speciali :-D

    -Ringo: la tecnica dello spezzarli a metà mi sa ke è 1 classico... io però ero una maestra nel far restare la crema attaccata al biscotto nero. prima addentavo quello bianco in 2 morsi, poi quello nero in 3
    -kinder delice: la odiavooooooooooo
    -kinder pinguì e kinder paradiso: quelle le mangiavo si e no 2 volte all'anno........ e quando c'erano finivano tutte nel giro di 2 gg :-D con le kinder paradiso ero 1 disastro: spargevo zucchero a velo e briciole d'appertutto... la kinder pinguì invece era più maneggiabile.
    -tortina alla nutella: ank questa me la sognavo... i miei si ostinavano s comprare quelle alla marmellata..... allova optavo sempre per il pane e nutella.... la mia merenda preferita assieme (anche allora come oggi) alle mele
    -ovetto kinder: classica mangiata: prima si spezza in due..... si appoggiano i gusci di cioccolata dove capita e prima si apre la sorpresa..... se è da montare la priorità va alla cioccolata. ne avevo mangiati talmente tanti ke in una fase mi davano alla nausea, e quando li compravo lo facevo solo per il giochino sorpresa... e gettavo il cioccolato
    -girelle: classica merenda ke scroccavo alla mia compagna di classe delle elementari
    -simil kinder delice con bollino di cioccolata con stampa dei pokèmon: le compravo solo xk ero una fan sfegatata dei mostri tascabili....... per il resto..... bleah stucchevoli
    -tiramisù: quando c'era in casa mia........... 3 portate in una volta..... non avevo il senso della misura eh??? e chissà perchè ora odio i dolci, eccetto quelli con la frutta e senza zuccheri o la cheesecake vegan........

    RispondiElimina
  24. queste sono veramente favolose!!!

    RispondiElimina
  25. MI SONO RESA CONTO DI NON AVER RISPOSTO A TANTISSIMI COMMENTI, SCUSATE LI LESSI MA POI MI SCORDAI DI SCRIVERVI, GRAZIE A TUTTI SIETE SIMPATICISSIMI E CARINISSIMI :)

    RispondiElimina