lunedì 25 gennaio 2016

ROVEJA CON CAVOLO NERO, ZENZERO E LIME e ... "La Lanterna" ristorante vegano/bio a Verona


Con tutta la calma che mi contraddistingue arrivo con una mini recensione del locale vegano nel quale io e i miei genitori (poco avvezzi alla cucina 100% vegetale) abbiamo mangiato a Natale. Ma me lo concedete vero?

Prima però torno alla ribalta con la roveja, legume che abbiamo già visto in questa ricetta di hummus profumato al lime.
Approfittando della stagionalità al CAVOLO NERO ho pensato ad una preparazione veloce, gustosa, profumata, inusuale e nutriente.

INGREDIENTI:
* roveja lessata
* qualche foglia di cavolo nero
* un pizzico di scorza di lime grattugiata
* mezzo cucchiaino di zenzero fresco
* scalogno o cipolla
* olio evo
* sale & pepe nero

PREPARAZIONE:
Lessate la roveja come indicato nella ricetta per l’hummus.
Lavate le foglie di cavolo nero e tagliatele a striscioline larghe 1 o 2 centimetri.
Tritate finemente lo scalogno (o la cipolla) e lasciatelo soffriggere a fiamma bassa per qualche minuto e aggiungete un po’ di scorza di lime & zenzero grattugiati.
Aggiungete il cavolo nero, un paio di cucciai di acqua, il sale e fate cuocete coperto mescolando di tanto in tanto.
Dopo una decina di minuti aggiungete la rojeva lessata e continuate a mescolare di tanto in tanto fino a cottura ultimata.
Aggiustate di sale e pepe nero e servite come contorno o piatto unico.



Prima stavamo parlando del natale appena passato, vorrei raccontarvi brevemente di come è andato e delle soddisfazione che ho provato quando i miei genitori hanno accettato il mio invito in un locale che serve esclusivamente piatti basati su ingredienti vegetali. Quando hanno accettato l’invito ho mantenuto un aplomb British ma in realtà ma dentro mi stavo scalmanando come un hooligan.
Il ristorante/pizzeria biologico si chiama LA LANTERNA e si trova nel centro di Verona, la bellezza del capoluogo veneto è stato sicuramente un aspetto che ha giocato a favore. Molt* di voi già conosceranno questo locale, agli altri raccomando assolutamente di farci una capatina per un pranzo o una cena.
Sul loro sito potete visionare il menù che cambia stagionalmente, noi abbiamo trovato ancora il quello autunnale ma prossimamente tornerò per degustare anche il menù invernale.

I miei genitori (non vegani) sono stati entusiasti dal primo all’ultimo boccone continuando a fare complimenti alla cucina.
Abbiamo mangiato ognuno in antipasto diverso e io mi sono innamorata follemente degli involtini di verdure in alga nori serviti sulla crema di funghi. Capendo che eravamo 3 palati curiosi ci hanno proposto di impiattare ad ognuno 3 primi diversi (buonissima la pasta fatta da loro!!!). Ma un piatto per il quale ogni tanto ho ancora delle allucinazioni sono i bastoncini crudisti di verdure, lo so che chiamati così sembrano una cosa insulsa e banale ma in realtà sono stati tra le cose più sfiziosi mai mangiate in vita mia. Esterrefatta quando ho visto mio padre ordinare il seitan e mangiarlo di gusto. Tutti i piatti sono stati ritornati pulitissimi dopo un attento processo di lucidatura con la tradizionale “scarpetta”. Con i dolci potrete sbizzarrirvi e andare proprio oltre le vostre aspettative. Io ho concluso con un po’ di red velvet e un po’ di diplomatica.

>>>Morale della favola: CONSIGLIATISSIMO!!!<<<

Non è mia abitudine segnalare un posto solo perché sono riuscita a saziarmi, anzi esco poche volte a mangiare perché i tempi sono quelli che sono ma quando mi capita cerco di scegliere posti che mi soddisfino a 360°: materie prime, cotture, presentazioni del cibo, ambiente, servizio e non ultimo il prezzo. Raramente tutti questi aspetti meritano il massimo dei voti . . . con La Lanterna invece è accaduto. Per questo ve la segnalo, sono certa che sarà anche per voi una bellissima esperienza attendo quindi di sapere qualcosa da parte vostra.

Nel frattempo vi saluto e vi rimando al prossimo post ^_^

Cesca*QB

P.S.: Avete voglia di votare “Happy Vegan Kitchen” come libro dell’anno?
Farlo è semplice, basta inviare un’email entro il 31 gennaio all’indirizzo INFO@VEGANITALY.IT proponendo Happy Vegan Kitchen come miglior libro, è sufficiente scrivere questo ma se vi volete dilungare fate vobis.




Happy Vegan Kitchen lo potete trovate o ordinare in tutte le librerie, vi aspetto tra gli scaffali.

Se avete bisogno di informazioni scrivetemi a: cescaqb@bricioledicescaqb.com

2 commenti:

  1. Buona la roveja! Mai fatta in questa versione, la proverò!

    RispondiElimina
  2. La tua ricetta mi piace molto :)

    RispondiElimina